In terra aspetto

[ITA] In terra aspetto è un luogo dove ci si sofferma per riflettere. Una linea tratteggiata che separa per unire, che travasa simbolicamente, mischiandoli per osmosi, gli stessi elementi che tenta di dividere. Un luogo che si oltrepassa per rompere una linea di confine immaginaria. Si attende. Ci si riflette per capire come il paesaggio circostante può essere vissuto attraverso uno specchio e come la natura risponde a questo intervento/non intervento dell'uomo. Il confine come terzo paesaggio. In un'era dove la frenesia del tempo viene sottoposta ad una costante sollecitazione, l’opera vuole essere un punto di riflessione, un luogo dove ognuno di noi può dissociarsi dal tempo reale ed immergersi in uno spazio circoscritto dove l’attesa diventa presenza, una costante interazione tra luogo mentale e spazio fisico. Una concezione che nasce dalla volontà di far interagire attraverso l'opera d'arte le persone di una comunità e il loro luogo d'appartenenza. In terra aspetto concettualizza l'idea che tutto nasce dalla Terra, fonte principale ed inesauribile di energie, che la Terra sia una ed unica, che de-geografizzare i confini sia auspicabile per un futuro ideale. Ci chiediamo quindi ancora, cos'è il confine?

In terra aspetto
site specific installation

concept / movimentomilc
dimensions / various
technique / wood, mirror
sound / none
year / 2015

site specific exhibitions /
Premio Pandosia, 2015, Marano Principato
(L'installazione è stata rimossa per ragioni che esulano dalla nostra volontà)

{movimentomilc} 2016 | We are in love with you, please stay in touch! | We run under Creative Commons (CC BY-NC-ND 4.0)